Il 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne

La nostra casa editrice ha dedicato alle donne un libro ormai sei anni fa, scritto da due donne per le donne

Ci piace riproporlo per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Si tratta di ‘Come educare un maschio e vivere felici’. Parte dal presupposto che la donna per prima deve essere convinta di non meritare nessun tipo di violenza, fisica ma anche morale. Non solo, ma che non può e non deve nemmeno sopportarla la violenza, perché le ferite inferte, anche se sopportate, si manifestano poi nei modi più inaspettati, ma di sicuro fanno danno.

Un modo molto antico di vedere il femminile, ci porta ora, sia uomini che donne a sopportare situazioni complicate in cui il desiderio di rivalsa della donna, dopo secoli di relegazione, ora si esprime nel lavoro e nella famiglia. L’uomo da parte suo si trova a non ricoprire più il suo ruolo. Non ha più accanto una figura accondiscendente che tutto da senza chiedere, ma una persona con le sue esigenze che tiene ai suoi diritti.

Stiamo vivendo un disagio. Questo fa scaturire nell’uomo la rabbia recondita di chi non riesce più a capire, controllare e gestire la situazione.

Gli si chiede di badare ai figli, di gestirsi in casa, di tenere la casa, compiti equamente spartiti… La donna esce, ha le sue amicizie, i suoi spazi … l’uomo non ha più il controllo e perde il controllo…

Ma c’è una cosa assolutamente fuori da ogni discussione, che va oltre i disagi dell’assestamento dei ruoli e di qualsiasi cambiamento della società. Nessuna violenza è permessa, di nessun tipo o per qualsiasi ragione. L’uomo si distingue per questo dalle bestie, che può comunicare. Per questo esiste una  un’istruzione, un’educazione, perché la ragione possa dominare qualsiasi istinto e riporti nella giusta direzione reazioni e azioni.

L’augurio che facciamo quindi per questo 25 novembre giornata mondiale contro la violenza sulle donne, è che la ragione prevalga sull’istinto come segno di civiltà e umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *